10 Franchise di film in cui l'attore principale è stato sostituito e poi è tornato anni dopo

Come accade in molti franchise di lunga durata, dopo che un attore ha interpretato un personaggio per un certo periodo di tempo, finisce per essere sostituito da un altro attore. Ma in alcuni rari casi, questi attori ritornano anni dopo la loro sostituzione, per quanto ciò possa essere stridente.

Ci sono molte ragioni diverse per cui gli attori non tornano in un ruolo per un sequel. Potrebbe essere a causa di differenze creative, perché lo studio non è soddisfatto, o potrebbe anche ridursi a negoziati sul salario. Tuttavia, qualunque sia il caso, questi attori a volte finiscono per riprendere i ruoli che hanno reso iconici, e questo di solito accade dopo le reazioni deludenti del pubblico ai loro sostituti.

James Bond (Sean Connery)

Se non fosse stato per Connery che ha ritratto il personaggio per la prima volta, è possibile che James Bond non sarebbe mai diventato il franchise da miliardi di dollari che è oggi. Il personaggio può essere scritto come un agente segreto di classe e affascinante, ma pochi avrebbero potuto rappresentare il personaggio in un modo come quello di Connery. E mentre ci sono tanti altri attori che dovrebbero essere James Bond, Sean Connery rimane il migliore.

Tuttavia, dopo You Only Live Twice nel 1967, Sean Connery lasciò il franchise che aveva aiutato a diventare iconico. Fu sostituito da George Lazenby, che sfortunatamente durò solo per un film prima che Connery tornasse per il suo canto del cigno, Diamonds Are Forever, nel 1971.

Spider-Man (Tobey Maguire e Andrew Garfield)

Spider-Man No Way Home Tobey Maguire Andrew Garfield Tom Holland Together

L’esempio più recente di attori che sono tornati dopo essere stati sostituiti è in Spider-Man: No Way Home, ma è completamente senza precedenti in tanti modi diversi.

Anche se c’erano tonnellate di sottili indizi sul multiverso di Spider-Man, era ovvio fin dall’inizio che Tobey Maguire e Andrew Garfield avrebbero ripreso i loro ruoli di Peter Parker.  Tuttavia, è stato comunque straordinariamente eccitante anche se prevedibile. E non solo sono tornati nel franchise, ma è stato dato loro il commiato che meritano e hanno recitato accanto a Tom Holland, l’attuale attore di Spider-Man.

Pantera Rosa (Peter Sellers)

Peter Sellers Pink Panther

L’ispettore Clousseau (Peter Sellers) non era il protagonista dell’originale Pink Panther del 1963, ma era la cosa migliore del film, ed è per questo che è diventato il personaggio principale di tutti i film successivi.

Essendo Sellers un attore comico così unico, fece suo il ruolo, ma nell’Ispettore Clousseau del 1968 fu sostituito da Alan Arkin. Per quanto Arkin sia un grande attore, non riuscì a catturare la magia e l’energia di Sellers. Tuttavia, Sellers tornò nel ruolo sette anni dopo, e ritrasse l’ottuso detective per altri tre film.

Bourne (Matt Damon)

Matt Damon è stato la star della trilogia originale di Bourne, ma dopo che il suo arco narrativo si è concluso in Ultimatum, è stato sostituito da Jeremy Renner nella serie. Renner era in un ruolo diverso e anche se il film si chiama The Bourne Legacy, non c’è nessun Jason Bourne da vedere. L’entrata di Renner nella serie si è rivelata una delusione, anche se non è stata completamente colpa sua, dato che il film mancava della creatività e delle emozioni dei primi tre film di Bourne.

Ma dopo il fallimento di Legacy, nel 2016, Damon è tornato al ruolo più iconico della sua filmografia. Il film si intitola semplicemente Jason Bourne, ma, ironia della sorte, nonostante Damon riprenda il suo ruolo e il celebre regista Paul Greengrass torni addirittura sulla sedia del regista, ha ricevuto recensioni ancora peggiori di Legacy.

Fast & Furious (Vin Diesel)

fast and furious tokyo drift vin diesel dom cameo

Prima che la serie Fast & Furious diventasse un franchise d’azione ad alto numero di ottani che viaggia per il mondo, il film originale era un dramma criminale con corse su strada. E una delle sue grandi attrattive era l’amicizia tra Brian O’Connor e Dominic Toretto (Vin Diesel), ma a causa di differenze creative, Diesel non è tornato per 2 Fast 2 Furious.

Mentre 2 Fast 2 Furious è sottovalutato, c’era chiaramente qualcosa che mancava, ed era la presenza imponente di Diesel. Per fortuna, è tornato per un cameo in Tokyo Drift, e poi è diventato di nuovo il volto del franchise nel quarto film.

Batman (Michael Keaton)

Michael Keaton Batman 1989

The Flash è uno dei film più attesi del 2022, ma non è certo a causa di Flash. Il supereroe è quasi diventato il personaggio secondario del suo film, dato che tutta l’eccitazione per il film ruota intorno al ritorno di Michael Keaton come Batman.  Segna il più lungo periodo di tempo tra un attore che lascia un franchise e poi ritorna, dato che Keaton ha indossato per l’ultima volta il mantello e il cappuccio 30 anni fa in Batman Returns.

Stranamente, non sembra che Keaton reciterà mai in un altro film di Batman, dato che i due film per cui è tornato sono The Flash e Batgirl. Tuttavia, sarebbe bello vederlo in un film simile a Batman Beyond, dove interpreta il mentore di un Batman più giovane e con i nervi a fior di pelle.

Aladdin (Robin Williams)

Mentre Will Smith ha fatto un lavoro decente nell’interpretare Genie nel remake, in quanto ha messo abbastanza di un giro su di esso in modo che non sembrasse derivato dalla performance di Robin Williams nell’originale, non c’è modo di superare il lavoro di voce dell’attore comico. Aladdin è uno dei migliori film Disney grazie alla performance comica di Williams.

Anche se molti potrebbero non averli visti, ci sono due sequel diretti su video di Aladdin. Il primo dei due è Il ritorno di Jafar, che ha sostituito Robin Williams con Dan Castellaneta, che notoriamente dà voce a Homer Simpson. Tuttavia, Williams tornò per il terzo film, Aladdin e il re dei ladri.

Halloween (Jamie Lee Curtis)

Laurie Strode preparing for Michael in Halloween.

Jamie Lee Curtis non è stata sostituita da un altro attore come Laurie Strode in Halloween, è solo che la serie ha continuato ad andare avanti senza di lei. Ma dopo la sua presumibilmente ultima apparizione nella serie in Halloween III, è tornata 16 anni dopo per Halloween H20: 20 Years Later e poi Halloween: Resurrection.

E, curiosamente, la Curtis è uscita dalla serie ed è tornata anche una seconda volta, visto che è tornata nel reboot soft, Halloween del 2019, 16 anni dopo. E questo dopo che il suo personaggio è stato interpretato da un attore diverso nel remake di Rob Zombie.

xXx (Vin Diesel)

Al di fuori di Fast and Furious, Vin Diesel è il volto di un altro franchise, xXx, che non si avvicina alla popolarità del franchise di nove film, ma ha una linea temporale altrettanto interessante.

Proprio come la serie Fast and Furious, Diesel ha lasciato la serie xXx dopo il primo film, ed è stato sostituito da Ice Cube nel secondo film xXx: State of the Union. Anche se Ice Cube interpretava un personaggio diverso, il film d’azione ancora una volta non sembrava lo stesso con l’assenza di Diesel. Diesel è poi tornato nel film appropriatamente intitolato xXx: Return of Xander Cage.

Soldato universale (Jean-Claude Van Damme)

Luc Deveraux in Universal Soldier: The Return

Universal Soldier non è esattamente un enorme franchise di blockbuster, e poche persone ne avranno sentito parlare, ma ha avuto abbastanza successo da andare avanti per 20 anni e durare per sei film. Il primo film ha come protagonista Jean-Claude Van Damme ed è un classico di culto della fantascienza-azione, ma era assente nel secondo e terzo film, che invece avevano Matt Battaglia nel ruolo principale.

Anche se la serie non è considerevolmente acclamata dalla critica, il secondo e il terzo film sono stati ricevuti particolarmente negativamente. Ma, fortunatamente, Van Damme è tornato per ogni film successivo, e i film con Battaglia non sono nemmeno più considerati canonici.

Imparentato

 Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te

Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te