Boba Fett dimostra ciò che Spider-Man: No Way Home ha ottenuto così bene

Le carenze del fan service di The Book of Boba Fett servono solo a dimostrare ciò che Spider-Man: No Way Home ha ottenuto così bene. I progetti sono le ultime voci in due dei più grandi franchise dell’industria dell’intrattenimento.  Spider-Man: No Way Home ha battuto i record di incassi e ha guadagnato il plauso della critica, alimentato dalla sua trama emotiva che ha reso omaggio a tutte e tre le generazioni di film live-action dell’Uomo Ragno.  The Book of Boba Fett ha finalmente dato ad un personaggio preferito dai fan di Star Wars il suo momento sotto i riflettori, ma alcuni ritengono che il team creativo abbia fatto un pasticcio nell’esecuzione. Dopo alcuni episodi ricchi di flashback che mancavano di un senso di direzione, l’accusa più grave di The Book of Boba Fett è che il suo episodio migliore non ha mai avuto come protagonista Boba Fett.

Come molti grandi franchise in questi giorni, sia No Way Home che The Book of Boba Fett presentano momenti di fan service durante i loro rispettivi periodi. Nel corso degli anni, “fan service” è un termine che si è guadagnato una connotazione negativa, poiché implica che uno sviluppo in un film o in uno spettacolo è stato incluso solo per suscitare una risposta a buon mercato da parte del pubblico. Tuttavia, il fan service non è sempre necessariamente negativo. Proprio come qualsiasi altro aspetto di un progetto, ciò che conta di più è l’esecuzione. Vedere Capitan America brandire il martello di Thor in Avengers: Endgame è fan service, ma funziona perché il momento è stato guadagnato dopo un decennio del MCU.

Con Spider-Man: No Way Home e The Book of Boba Fett che escono così vicini l’uno all’altro, si crea un’affascinante contrapposizione per quanto riguarda gli approcci al fan service. Mentre No Way Home ha guadagnato entusiasmi - al punto che la Sony e la Marvel gli hanno dato una legittima spinta come miglior film - Boba Fett ha perso il suo show di Star Wars, mentre The Book of Boba Fett fa deviazioni per concentrarsi su altri personaggi. Per molti versi, i fallimenti di The Book of Boba Fett dimostrano che No Way Home ha avuto ragione.

Spider-Man: No Way Home è un fan service fatto bene

Spider-Man No Way Home Tobey Maguire Andrew Garfield Tom Holland Together

Incorporando il multiverso nella sua narrazione, Spider-Man: No Way Home era destinato ad essere pieno di fan service. La campagna di marketing è stata costruita intorno al ritorno dei cattivi dei film dell’Uomo Ragno di Sam Raimi e Marc Webb, vendendo agli spettatori la possibilità di vedere Alfred Molina, Willem Dafoe e Jamie Foxx interpretare nuovamente i loro famosi antagonisti. Ancora più monumentale, No Way Home ha riportato Tobey Maguire e Andrew Garfield come loro iterazioni di Peter Parker. Oltre ai volti di ritorno stabiliti nella trilogia Homecoming del MCU, No Way Home aveva un sacco di personaggi da integrare. I precedenti film di Spider-Man si sono sbriciolati sotto il peso del bilanciamento di troppi personaggi, ma No Way Home ha funzionato.

La chiave è che il regista Jon Watts non ha mai perso di vista il fatto che No Way Home era il film di Tom Holland. Per quanto sia stato emozionante vedere i veterani del cinema di Spider-Man tornare nei loro ruoli dopo tutti questi anni, è stato fatto tutto al servizio della storia che stavano raccontando intorno al Peter 1 di Holland. I ruoli di Maguire e Garfield vanno oltre l’eccitazione di vedere i predecessori di Holland vestirsi di nuovo. Le varianti di Peter giocano effettivamente un ruolo significativo nel terzo atto di No Way Home, che si basa sull’arco di Peter 1 in maniera tematicamente risonante. Aiutano il Peter di Holland a piangere la morte della zia May e gli mostrano che non è solo; ci sono altri che (letteralmente) sanno esattamente cosa sta passando. Garfield ha passato molto tempo a parlare del legame fraterno che i tre Spider-Men condividevano, e quella chimica è evidente sullo schermo. È il motivo per cui No Way Home ha avuto un tale impatto all’uscita.

Un atto di bilanciamento che Watts ha in qualche modo realizzato è la conoscenza dei precedenti film di Spider-Man, anche se utile, non era necessariamente richiesta. La prima apparizione di Maguire e Garfield in No Way Home è presentata dalla prospettiva di Ned e MJ. Il pubblico impara insieme a questi personaggi che ci sono altre varianti di Peter Parker nel MCU. Tecnicamente, Peter 2 e Peter 3 avrebbero potuto essere interpretati da qualsiasi attore e la scena funziona ancora nel contesto della storia. Che si tratti di Maguire e Garfield è una chicca in più per gli spettatori di lunga data che seguono Spider-Man da anni. Lo stesso si può dire per i cattivi. Il loro emergere dal multiverso è più una conseguenza di Peter 1 che manomette l’incantesimo del Doctor Strange che altro. Questo lo costringe a confrontarsi e ad accettare le sue responsabilità, che culminano nel finale emotivamente devastante di No Way Home. In teoria, i cattivi avrebbero potuto essere chiunque e la narrazione si regge ancora sui propri meriti perché è (giustamente) incentrata su Holland.

Il libro di Boba Fett è danneggiato dal fan service

Luke and Grogu training in Book of Boba Fett episode 6

Al contrario, Jon Favreau e compagnia hanno perso di vista il fatto che The Book of Boba Fett - come suggerisce il titolo - dovrebbe essere la storia di Boba Fett. Dopo che “Return of the Mandalorian” si è concentrato interamente su Din Djarin, lo show ha preso una deviazione ancora più ampia con “From the Desert Comes a Stranger”, che spende una quantità significativa di tempo a rappresentare Luke Skywalker che addestra Grogu alla sua Accademia Jedi. A parte gli ovvi riferimenti a L’Impero colpisce ancora, non c’è nulla di intrinsecamente sbagliato nel fatto che Star Wars mostri Luke che insegna a Grogu le vie della Forza. Il problema è che The Book of Boba Fett non è il posto giusto per questo, dato che non fa nulla per servire la storia di Boba. Il materiale è molto più adatto alla terza stagione di The Mandalorian; è così scollegato dal filone principale di Tatooine di The Book of Boba Fett che è sconcertante perché sia stato incluso qui.

Il tempo trascorso a passare bruscamente al contenuto della terza stagione dei Mandaloriani avrebbe potuto essere usato per sviluppare ulteriormente il personaggio di Boba, approfondendo il suo conflitto con i Pykes e legandolo ai flashback dei Tusken Raider. Invece, il personaggio titolare essenzialmente non ha avuto un ruolo in due episodi consecutivi, dando l’impressione che il team creativo abbia perso interesse o fiducia nella storia Boba-centrica che ha iniziato a raccontare e ha deciso di sostenerla continuando il nucleo narrativo di The Mandalorian. Spostandosi di nuovo su Din e Grogu, il team creativo ha anche perso l’opportunità di stabilire Cad Bane all’inizio della stagione come un antagonista de facto, facendo luce sulla sua storia con Boba per gli spettatori che non hanno familiarità con Clone Wars. La scena di Cad Bane costruisce fino alla grande rivelazione che un altro personaggio animato ha fatto il salto alla live-action, ma è realizzata in un modo che funziona solo per i fan di Clone Wars che sanno chi è Cad Bane. Il pubblico casuale che incontra il cacciatore di taglie per la prima volta ha poco da investire.

Ironicamente, la stagione 2 di The Mandalorian ha seguito la linea del fan service in modo simile a No Way Home. Nonostante le preoccupazioni che le apparizioni di personaggi animati come Bo-Katan e Ahsoka Tano avrebbero ostacolato l’accessibilità di The Mandalorian ai nuovi arrivati, la stagione ha comunque funzionato indipendentemente dalla conoscenza di Clone Wars o Rebels perché era sempre incentrata su Din e Grogu e ogni inclusione di personaggi dell’eredità sembrava organica alla loro storia. È stato un risultato impressionante che purtroppo non è continuato in The Book of Boba Fett. Quello che avrebbe potuto essere il momento di brillare sotto i riflettori per un fan-favorito di lunga data si è curiosamente trasformato in un guazzabuglio di varie idee di Star Wars che sono in gran parte non correlate tra loro. Speriamo che i futuri show di Star Wars si avvicinino a The Mandalorian stagione 2 e siano in grado di evitare le trappole del fan-service che hanno condannato The Book of Boba Fett.

Date di uscita principali

  • Doctor Strange nel multiverso della follia (2022)Data di uscita: 06 maggio 2022
  • Thor: Amore e Tuono (2022)Data di uscita: Jul 08, 2022
  • Pantera Nera: Wakanda per sempre
  • Le meraviglie
  • Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023)Data di uscita: 05 maggio 2023
  • Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023)Data di uscita: 28 luglio 2023
  • Rogue Squadron (2023)Data di uscita: 22 dicembre 2023

Imparentato

 Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te

Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te