Game Of Thrones Stagione 8 non ha mai ucciso lo spettacolo

Anche se ampiamente criticato all’uscita e ancora un punto di divisione (nel migliore dei casi) tra gli spettatori, è anche evidente che Game of Thrones stagione 8 non ha mai ucciso lo spettacolo. Game of Thrones ha dominato il panorama televisivo negli anni 2010, conquistando pubblico e critica sulla sua strada verso un livello di successo senza precedenti. L’ultimo dei monoliti televisivi in un panorama in evoluzione che si stava già spostando verso lo streaming e il binge-watching ben prima della sua fine, Game of Thrones stagione 8 avrebbe dovuto essere un affettuoso addio finale a uno dei grandi, ma invece di un ultimo coronamento ha apparentemente massacrato la sua stessa reputazione in un modo che ha fatto sembrare il Red Wedding addomesticato.

Il contraccolpo della stagione 8 di Game of Thrones si è riversato in modo massiccio sugli ultimi tre episodi della corsa troncata. Dopo l’eliminazione del Re della Notte, i problemi hanno iniziato ad arrivare spessi e veloci mentre lo show stesso si avviava verso il finale. La tazza di caffè della stagione 8 di Game of Thrones è stata arrostita, ma sono stati gli archi di personaggi come quelli di Daenerys Targaryen e Jaime Lannister a lasciare l’amaro in bocca ad alcuni fan. Così è stato ampiamente proclamato che il finale di Game of Thrones è stato un disastro, un incubo di finale televisivo laggiù con i peggiori. Con questo è arrivata l’idea che lo show nel suo complesso sia stato ucciso, svanendo improvvisamente nell’aria come se fosse stato pugnalato da Arya Stark; Game of Thrones stagione 8, e in particolare il finale, ha ucciso lo show, il suo valore di rewatch, la sua popolarità e la sua eredità. Nessuno parla più di Game of Thrones, a quanto pare.

Ma è davvero così? È vero che la stagione 8 di Game of Thrones ha causato un danno enorme allo show, e che, anche se siete stati tra coloro che hanno apprezzato tale finale, il contraccolpo è arrivato a definire la stagione 8 e, in parte, lo show stesso nel suo complesso. Eppure, per tutti i discorsi sulla morte di Game of Thrones (e, ironicamente, i discorsi della gente che non ne parla), sembra che la serie sia viva e vegeta dopo tutto. Cosa dice Game of Thrones al Dio della Morte? Il resto lo sapete.

Game Of Thrones è ancora popolare dopo la stagione 8

Jon Snow ending in Game of Thrones finale

Mentre Game of Thrones stagione 8 può aver gravemente danneggiato la reputazione critica dello show e apparentemente ucciso l’interesse del pubblico, quest’ultimo, almeno, è rimasto forte negli anni da quando lo show è finito. Questo forse non è troppo sorprendente, dato che è stato uno dei più grandi spettacoli di tutti i tempi quando era in onda, ma che ha mantenuto un livello di popolarità nonostante un contraccolpo così travolgente è notevole. Game of Thrones è stato uno degli show televisivi più piratati del 2021; infatti, la stagione 8 è stato il sesto show più piratato, e tutti quelli sopra di esso erano stagioni di show che rilasciano nuovi episodi nel 2021, sia serie nuove di zecca come WandaVision o successi in corso come The Walking Dead. Game of Thrones ha avuto una posizione simile l’anno precedente: ad agosto 2020, ben oltre un anno dalla stagione 8, era ancora lo show più piratato al mondo, anche se The Mandalorian alla fine ha preso la corona quell’anno.

Non è solo tra coloro che cercano mezzi illegali per guardare la TV che Game of Thrones è rimasto popolare. I dati di streaming rimangono un po’ sfuggenti, ma Game of Thrones è stato tra i più grandi film e spettacoli di HBO Max nel primo anno del suo lancio, e rimane una proprietà di punta sia per il servizio di streaming che per HBO in generale (con più spinoff in lavorazione). Il traffico di ricerca per Game of Thrones rimane ragionevolmente alto - nell’ultimo anno negli Stati Uniti, ha costantemente battuto tutti gli spettacoli Disney+ della Marvel, per esempio, per tutto il periodo di 12 mesi (tramite Google Trends), anche se hanno avuto picchi molto più grandi quando erano in onda. Su IMDb, Game of Thrones rimane tra gli show più popolari (lo show con il posizionamento più alto che non è in corso o non ha rilasciato nuovi episodi negli ultimi mesi). Niente di tutto questo da solo è una prova particolarmente solida, naturalmente, ma nel complesso mostra un chiaro interesse per (e la discussione di) Game of Thrones rimane anche dopo la stagione 8.

Perché Game Of Thrones è ancora così popolare

Game of Thrones Season 8 Trailer Tyrion

Se la stagione 8 di Game of Thrones è stata così brutta, allora perché non ha ucciso lo show? In parte potrebbe semplicemente essere che Game of Thrones è una proprietà troppo grande per aver mai fallito veramente, non importa la risposta ai suoi episodi. È uno show televisivo che non solo ha regolarmente attirato decine di milioni di spettatori in tutto il mondo, ma ha anche dominato la conversazione della cultura pop. Ci sono un sacco di programmi televisivi - specialmente i favoriti di rete di lunga durata - che ricevono forti ascolti anche se, aneddoticamente, non ricevono molte chiacchiere, ma Thrones è stato lo show che ha fatto esplodere il water-cooler. Questo di per sé stabilisce un’eredità duratura e, forse, una curiosità: proprio come, diciamo, un Friends o I Soprano, è il tipo di spettacolo che ispira una risposta scioccata “non l’hai mai visto?!” quando qualcuno dice di non averlo visto, e questo generalmente significa che è il tipo di spettacolo che manterrà sempre interesse.

Oltre ad aver contribuito a plasmare il panorama televisivo degli anni 2010, c’è una ragione più semplice per la perdurante popolarità di Game of Thrones: è grande TV. Che si tratti della prima visione o di un rewatch, rimane un sacco di valore nello show che la stagione 8 non può (o almeno non dovrebbe) togliere. C’è Game of Thrones come una serie di momenti: La morte di Ned Stark, le Nozze Rosse, incidenti che sono diventati stenografia non solo tra le discussioni sullo show, ma per i momenti scioccanti su altre serie. E quindi con questo, vedere quelli per la prima volta, o vederli di nuovo, aiuta a garantire ulteriormente la durata di Game of Thrones. Ma al di là di questo, Game of Thrones rimane, al suo meglio, una visione incredibilmente avvincente e compulsiva. Al di là delle battaglie epiche e delle morti scioccanti, eccelle nei dettagli e nel dialogo, che permettono un’esperienza ricca ogni volta che lo si guarda.

Infine, naturalmente, vale la pena considerare che molte persone hanno semplicemente… apprezzato la stagione 8 e il finale di Game of Thrones. Il contraccolpo allo show ha dominato la conversazione, ma i tweet, i pezzi di riflessione e le petizioni hanno rappresentato una piccola frazione del pubblico dello show. Per molti, è almeno teoricamente possibile che Game of Thrones stagione 8 abbia rappresentato un finale solido per uno show televisivo che è piaciuto; per le persone che hanno amato lo show ma non hanno gradito il finale, ci può essere anche la tentazione di rivedere, dopo un po’ di tempo, per vedere se migliora, così come ci saranno molti che non vorranno più vederlo. Con l’intera serie disponibile, allora ha senso che il pubblico che non l’ha mai guardata prima si abbuffi, che sia in streaming su HBO Max o con mezzi più illeciti, e che sia consapevole o meno del contraccolpo: potrebbe essere per vedere di cosa si tratta, ma di nuovo, molti spettatori televisivi potrebbero non aver seguito tali conversazioni, e invece conoscono semplicemente Game of Thrones come una grande serie TV che, alla fine, vale la pena guardare.

Game Of Thrones Stagione 8 migliorerà con il tempo?

La nozione che il tempo guarisce tutte le ferite non è necessariamente vera in Game of Thrones - basta chiedere a Robert Baratheon o a Khal Drogo - eppure, in termini di cultura pop, può spesso essere vera. L’arte viene spesso rivalutata e riapprezzata nel corso degli anni, il che si applica a mezzi come il cinema e la televisione: 2001: Odissea nello spazio era divisivo all’uscita, ed è ora un classico considerato tra i più grandi film di fantascienza mai realizzati. Game of Thrones non è 2001, ovviamente, ma è un esempio (estremo) di come l’opinione possa cambiare. Forse un caso migliore è quello dei prequel di Star Wars: disprezzati all’epoca, la loro reputazione è peggiorata (grazie alle fiorenti recensioni su internet e alle discussioni condotte dai fan, come i takedown di Red Letter Media), ma alla fine sono migliorati. Questo a causa del rewatching, ma anche perché il pubblico si è spostato: quelli che sono cresciuti guardando (e amando) i prequel arrivano a definire le conversazioni nel presente. E può funzionare anche nell’altro modo, per esempio la quantità di persone che hanno scoperto e trovato grossi problemi con vecchi show come Friends negli ultimi anni.

Dal momento che Game of Thrones è una parte così grande della storia della TV, rimane popolare, e ha avuto un finale così divisivo, allora non è irragionevole supporre che è uno che verrà rivalutato nel tempo: forse dopo House of the Dragon, che dovrebbe ripristinare ulteriormente l’interesse nello show e ricordare alle persone perché hanno amato Game of Thrones per cominciare. Forse sarà se

Imparentato

 Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te

Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te