Il libro di Boba Fett: 5 volte governare con rispetto ha funzionato (e 5 volte no)

“Jabba the Hutt governava con la paura. Io intendo governare con rispetto”. Queste sono le parole che il famigerato cacciatore di taglie dice all’assassino Fennec Shand mentre passeggiano per le strade di Mos Espa in Il libro di Boba Fett, il Daimyo appena nominato improvvisamente disinteressato a lanciare un impero criminale costruito sull’eredità malvagia per cui era stato conosciuto in tutta la galassia.

Dopo il tempo trascorso nello stomaco del Sarlacc e dopo aver vissuto tra i Tusken Raiders, Fett ha un ritrovato apprezzamento per la collaborazione, la lealtà e la comunità. A volte questo va a suo vantaggio, come nel caso dell’acquisizione di una banda di strada di spie o di un nuovo potente alleato Wookiee, ma a volte significa che né gli Hutt né il resto del sistema lo vedono come una minaccia. È concepibile che il Sindacato Pyke si stia muovendo per seminare il caos mentre il più temibile cacciatore di taglie della galassia si trasforma nel più benevolo crimelord di Tatooine, o Fett ha più di un razzo da polso nella manica?

Ha funzionato:

Legare con il suo rancore

Boba Fett petting his new rancor

Qualunque sia la ragione per cui gli Hutt hanno dato il rancor a Boba Fett, è nel suo interesse legare con la creatura, soprattutto perché il suo addestratore ha dichiarato che era depresso per essere stato abbandonato dai suoi precedenti proprietari. Dal suo periodo di vita tra i Tusken Raider, Fett ha guadagnato un apprezzamento per la comprensione e la valorizzazione dei bisogni di molte creature viventi.

Anche se gli Hutt possono aver pensato che lo stavano spostando nel Palazzo di Jabba per tenerlo al sicuro mentre il Sindacato Pyke si occupava di Fett, la realtà è che formando una profonda connessione con l’animale, rispettando i suoi bisogni emotivi, e persino portandolo fuori per le cavalcate, può diventare non semplicemente un mezzo per spaventare coloro che si oppongono a lui, ma un membro della famiglia che divorerà chiunque cerchi di avvicinarsi a lui.

Mantenere i vecchi dipendenti di Jabba sul libro paga

Boba Fett facing down two Gamorrean guards Book of Boba Fett

Quando Boba Fett uccide Bib Fortuna e lo usurpa come nuovo Daimyo, non mette immediatamente in atto la violenza su tutti coloro che ancora lavorano nel Palazzo di Jabba. Offre alle guardie di Gamorrean una scelta: lavorare per lui e mantenere la testa, o rischiare le conseguenze.

Questa finisce per essere una buona strategia che paga i dividendi; rispettando i dipendenti del Daimyo precedente, sono altrettanto fedeli al nuovo e si mettono abitualmente a rischio per garantire la sua sicurezza, dalle strade di Mos Espa alla sala del trono del Palazzo di Jabba, e persino durante i lunghi bagni di bacta di Fett.

Lasciare libero Black Krrsantan

Black Krrsantan in The Book of Boba Fett

I fan potrebbero aver trovato una mossa da far grattare la testa quando Fett ha rilasciato il popolare personaggio dei fumetti Black Krrsantan dalla sua custodia dopo l’attentato alla sua vita da parte del famigerato Wookiee. Ora aveva un rancore e avrebbe potuto facilmente dare una lezione all’ex gladiatore, ma ha scelto di lasciarlo libero con un avvertimento sul fatto di lavorare per gli “scugholes” che non hanno importanza se vive o muore.

Empatizzando con Santy e riconoscendo l’umiliazione di essere usato da datori di lavoro egoisti, Fett non solo guadagnò un improbabile alleato, ma guadagnò qualcosa di ancora più importante: un debito di vita. Dove una volta BK mirava a prendere la sua vita, ora l’avrebbe protetta finché il suo giuramento non fosse stato adempiuto.

Dare lavoro alla banda di strada

Book of Boba Fett biker gang

Dopo che un avido mercante d’acqua implora il Daimyo di minacciare una banda di strada per fargli restituire la merce rubata, Fett si rende conto che i ragazzi di Mos Espa stanno semplicemente cercando di tirare avanti, data la scarsità di lavoro disponibile e il mercante che aumenta vertiginosamente il prezzo della sua acqua.

Piuttosto che punire i ragazzi, Fett li assume e castiga il mercante, ordinandogli di vendere la sua acqua ad un prezzo equo in modo che i cittadini di Mos Espa possano permettersela senza dover ricorrere al furto. Essendo un faro per i diseredati e rispettando la situazione dei ragazzi, Fett acquisisce un fedele equipaggio di spie ciberneticamente potenziate che possono eseguire la sorveglianza senza mai essere sospettate di lavorare per lui.

Riunire i capitani

Jabba captains in Book of Boba Fett

In una sorprendente dimostrazione di equità, Boba Fett ospita tutti i capitani che hanno servito sotto Jabba the Hutt per discutere il suo regno e l’imminente minaccia del Sindacato Pyke. Spiega che sotto il suo regno possono prosperare finché si radunano contro i Pyke, un nemico che alla fine verrebbe a invadere tutti i loro domini, non solo il suo.

Come Alessandro Magno, che conquistò le nazioni e permise ai governanti locali di mantenere l’ordine come meglio credevano piuttosto che imporre il proprio editto, Boba Fett rispetta i capitani e il loro potere, mentre li incoraggia ad armarlo facendo fronte comune.

Non l’ha fatto:

Mettere in pericolo i suoi alleati

Split image of Cobb Vanth (Timothy Olyphant) and Madam Garsa (Jennifer Beals) in The Book of Boba Fett

Come Fennec Shand ricorda a Boba Fett mentre fanno i loro primi giri a Mos Espa, Jabba the Hutt non lasciava quasi mai le sue stanze: tutti venivano da lui. Se Fett rimanesse misterioso ed esclusivo, otterrebbe una reputazione ancora più intimidatoria. Fett decide invece di mescolarsi con la popolazione senza preavviso e visitare luoghi di proprietà di figure di spicco della comunità. Persino Madam Garsa non si rende conto di chi sia l’illustre ospite che entra nella sua mensa.

Fett cerca di stabilire un legame con Garsa in modo da poter ricorrere alla sua lealtà in un altro momento, come fa con il maresciallo Cobb Vanth a Mos Pelgo. In entrambi i casi, poiché non è riuscito a “governare con paura”, il Sindacato Pyke decide che ogni alleato di Fett è un gioco lecito da distruggere, paralizzando il suo cerchio di influenza.

Non punire il Majordomo del sindaco Mok Shaiz

All’inizio della serie, Boba Fett viene visto ricevere tributi dagli altri vassalli, dai mercanti e dalle famiglie criminali più importanti del territorio. Un assente degno di nota è il sindaco Mok Shaiz di Mos Espa, che invia il suo majordomo per informare il nuovo Daimyo che non riceverà alcun tributo. Il majordomo è grossolano e sprezzante del potere di Fett allo stesso tempo è ossequioso.

Invece di farlo saltare in aria o mutilarlo in qualche modo che avrebbe mandato un messaggio a Shaiz sul suo fallimento nel portare il giusto rispetto, Fett lascia che il majordomo lasci il Palazzo di Jabba illeso. Boba avrebbe dovuto trovare un modo per ricordare al sindaco con chi aveva a che fare perché, dopo l’interazione, Shaiz considera Fett un bersaglio facile e un leader debole che può essere ignorato.

Non arrivare da nessuna parte con una cucciolata

Anche se non è esattamente lo stile di Fett essere portato in giro su una lettiga per le strade di Mos Espa come Jabba the Hutt, c’è una strategia nel modo di trasporto; è intimidatorio, evoca paura, e ricorda a tutti che la persona che viene portata è importante. La lettiera simboleggia il potere inerente alla sua posizione che sembra ignorare.

Preferendo camminare ovunque con Fennec Shand al seguito, Fett appare ancora come un cacciatore di taglie (anche se con qualche muscolo in più). Non solo, ma senza le mani in più per trasportarlo, è in minoranza rispetto agli assassini disonesti come il Vento della Notte.

Non uccidere gli Hutt

The Hutt Twins in Book of Boba Fett Star Wars

La burocrazia e la politica impongono che Boba Fett non possa uccidere gli Hutt che vengono a reclamare il Palazzo di Jabba e il suo potere su Tatooine, ma questo dovrebbe fermarlo, il “killer a sangue freddo che lavorava per l’Impero”? L’uccisore di Hutts, Leia Organa, non ha certo avuto bisogno né ha chiesto il permesso. Alla fine non ne ha bisogno perché i Gemelli si arrendono dopo che il loro tentativo di assassinio fallisce e arriva la notizia del Sindacato Pyke, ma non manda nemmeno un messaggio a tutti gli pseudo signori del crimine che cercano di prendere il suo territorio.

Lasciando i gemelli senza problemi, Fett telegrafa che è disposto a riconoscere chiunque voglia sfidare il suo trono - anche quelli che si intrufolano nelle sue stanze private - senza farli pensare due volte. Non c’è da meravigliarsi che il Sindacato Pyke non prenda Fett seriamente come una minaccia.

Mancato intervento al Santuario

Lasciare libero Krrsantan Nero dopo essere stato quasi assassinato era una cosa, ma il Daimyo fu poi testimone del fatto che il famigerato mercenario affrontò diversi patroni Trandoshan al Santuario e diede credibilità al detto: “Lascia vincere il Wookiee”.

Non appena Santy fu sfidato, strappò un braccio dal corpo del suo assalitore, anche se Madam Garsa fece del suo meglio per ottenere la sua pietà. Il fatto che il Daimyo si sia seduto e abbia lasciato che lui causasse danni fisici ai cittadini sotto la sua protezione, fa sembrare che abbia fatto un grande errore a lasciare libero Krrsantan Nero.

Imparentato

 Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te

Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te