Intervista a Kristen Bell, Tom Riley e Michael Ealy: La donna nella casa

Nella nuova serie di Netflix, The Woman in the House Across the Street from the Girl in the Window, Kristen Bell interpreta Anna, una donna dal cuore spezzato convinta di aver assistito a un macabro omicidio. Come il titolo scherzoso lascerebbe intendere, lo show opera come una parodia dei thriller psicologici che seguono una premessa simile, sperando di creare un’esperienza unica e divertente. Co-protagonisti accanto a Bell sono Michael Ealy e Tom Riley.

Con The Woman in the House ora in streaming su Netflix, il trio si è preso del tempo per parlare a Screen Rant del tono dello show, della possibilità di una seconda stagione e altro.

Michael Ealy: Penso che il tono sia molto originale, prima di tutto. Non credo che l’abbiamo già visto fare prima. Ma il tono era assurdo, giusto? Ci stiamo prendendo gioco di un genere che è cresciuto fino a prendersi molto sul serio, nonostante alcune delle cose oltraggiose che accadono, e noi facciamo solo un ulteriore passo avanti e lo rendiamo ancora più oltraggioso.

Kristen Bell: Ci hai preso in pieno. Si. Solo che noi stavamo giocando in modo totalmente onesto, mentre in Scena del crimine: Scena del crimine, immagino che Sarah Marshall recitasse bene, ma sì, è molto accurato. Non avevo considerato questo paragone, ma penso che tu abbia ragione.

The Woman in the House-Kristen Bell-Rain-Fear-Anna-Ombrophobia

Tom Riley: Chiamarlo un trucco è interessante perché penso che, probabilmente a metà strada, sia diventato un po’ un trucco, essendo in grado di accedere alla parte di te che non era imbarazzata dal fatto che quello che stavi facendo fosse fondamentalmente cattivo. Ma che stavi esprimendo, in modo credibile, quello che potrebbe essere percepito come un dialogo goffo, con la massima sincerità e fiducia in te stesso. Ci si sente così estranei, quando si passa così tanto tempo a cercare di far funzionare qualcosa e a farla sembrare vera. Essere semplicemente come: “Non importa se ti sembra vero o no. È vero per il mondo. Quindi impegnati con il mondo e dimenticati di te”. Questo era il trucco. Immagino di sì.

Kristen Bell: Voglio dire, Dio, nessuno di loro? La maggior parte delle cose in cui sono stata coinvolta ha cercato davvero di essere divertente. È divertente solo fare una satira di qualcosa che non sta cercando di essere divertente.

Michael Ealy: Amico, lo spero. Probabilmente ora è un po’ più vecchio. E si spera che usi il suo nome governativo a questo punto. Non lo so. Sai, non ho ricevuto quella chiamata. Ne hanno fatte molte senza di me. Do la colpa a Ludacris per questo. Penso che sia colpa sua se non sono tornato.

Kristen Bell: Non ancora, ma sarei sicuramente coinvolta. Penso che ci sia un modo così facile per far seguire gli omicidi al mio personaggio o, come diceva Michael, torniamo tutti ma siamo personaggi diversi.

The Woman in the House Across the Street from the Girl in the Window è ora in streaming su Netflix.

Imparentato

 Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te

Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te