La nuova corsa allo spazio è iniziata, con Russia, Cina e Stati Uniti diretti sulla Luna

La luna sta per diventare affollata, con gli Stati Uniti, la Cina e la Russia che progettano di costruire basi nel polo sud della luna. La NASA ha promosso il ritorno degli esseri umani sulla luna con la missione Artemis. Il programma lancerà Artemis I quest’anno, un veicolo spaziale senza equipaggio che orbiterà intorno alla luna e tornerà sulla Terra.

Dagli anni ’50 alla fine degli anni ’70, gli Stati Uniti e la Russia erano impegnati non solo in una guerra fredda attiva ma in una corsa allo spazio. Così, mentre la NASA fu la prima a mettere i piedi sulla luna con l’Apollo 11 nel 1969, il primo oggetto costruito dall’uomo a toccare la luna fu, di fatto, russo. La missione si chiamava Luna 2 e aveva un vantaggio di 10 anni sull’Apollo 11, raggiungendo la luna nel 1959.

La Russia ha annunciato la rinascita del suo programma Luna con la missione Luna 25. La missione metterà un lander sulla luna per cercare risorse volatili, come l’acqua. La Russia, proprio come gli Stati Uniti, atterrerà al Polo Sud della luna. Il lancio di Luna 25 è previsto per giugno di quest’anno. La Russia sta riprendendo da dove le missioni Luna dal 1959 al 1976 hanno lasciato. Nell’ambito di questo programma, 15 missioni russe Luna sono atterrate con successo o hanno orbitato intorno alla luna. Ma oltre alla storia evidente e all’esperienza lunare russa, un’altra questione preoccupa ancora di più gli Stati Uniti. Il programma russo Luna è ora ufficialmente parte della Fase Uno della missione cinese International Lunar Research Station.

La verità sul ritorno sulla Luna

China International Lunar Research Base Plan

Stati Uniti, Russia e Cina hanno scelto di atterrare, esplorare e stabilire una base nel polo sud della luna. L’area è dove gli scienziati ritengono che l’acqua sotto forma di ghiaccio sia più abbondante e più facilmente accessibile. L’Agenzia Spaziale Europea (ESA) sta lavorando con la Russia su Luna 25. L’equipaggiamento a bordo di Luna 25 analizzerà e persino perforerà la luna. La Cina, che recentemente ha dimostrato che la sua capacità spaziale non deve essere sottovalutata costruendo una stazione spaziale in pochi mesi, ha stabilito un percorso chiaro per la costruzione della sua Stazione Internazionale di Ricerca Lunare.

La fase uno del piano della base lunare cinese comprende sei missioni di ricognizione fino al 2025. La prima missione è già operativa.  Il rover lunare cinese Chang’e 4 sta girando intorno alla luna dal 2018. La seconda missione di ricognizione è il lander russo Luna 25 che sarà lanciato quest’anno. Altri lander e rover seguiranno. Entro il 2026 la Cina prevede di iniziare a costruire la sua base lunare al polo sud. La NASA dice che vuole far atterrare gli esseri umani sulla luna nel 2024 e iniziare a costruire la sua base nel 2025. Ma i ritardi hanno afflitto il piano della NASA.

La Cina costruirà la sua base in cinque missioni. In primo luogo, stabiliranno il centro di comando, l’energia e le comunicazioni. Poi stabilirà le strutture scientifiche e la tecnologia di sfruttamento delle risorse e infine aggiungerà la base astronomica lunare. Dmitry Rogozin, capo dell’agenzia spaziale russa, dice che la Luna 25 è assemblata e nei test finali, pronta per il lancio a luglio. Sotto la NASA, sia la Cina che gli Stati Uniti hanno promosso le loro missioni lunari e reclutato modelli internazionali per il loro programma. Non è chiaro come il piano di ogni paese abbia fissato le priorità lunari di oggi, ma una cosa è cristallina, la nuova corsa allo spazio è iniziata!

Fonte: NASA Artemis, Roscosmos, Cina

Imparentato

 Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te

Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te