Perché Harrison Ford ha cambiato idea su Blade Runner

Anche se Harrison Ford all’inizio non aveva una mentalità molto positiva su Blade Runner, c’è una chiara ragione per cui la sua opinione sul film è cambiata in seguito. Mentre Blade Runner è conosciuto oggi come uno dei migliori esempi di immagini, temi e filosofia fantascientifica, il film ha polarizzato la critica e il pubblico quando è uscito nel 1982. L’incompreso Blade Runner di Ridley Scott ha sviluppato un più ampio apprezzamento culturale e influente nel corso degli anni, e Harrison Ford ha preso una strada altrettanto positiva nella sua percezione del film.

Dopo il suo successo in film d’azione e di fantascienza come Indiana Jones e Star Wars, Harrison Ford fu reclutato per recitare nel futuristico epico fantascientifico Blade Runner. Harrison ha interpretato il ruolo principale di Rick Deckard, un ex agente di polizia il cui lavoro come “blade runner” è quello di trovare umanoidi bioingegnerizzati chiamati “replicanti” e “ritirarli” fatalmente. La profondità drammatica di Deckard era una nuova svolta per Ford dopo i suoi ruoli più d’azione, e la sua performance neo-noir in Blade Runner è stata lodata come una delle migliori della sua carriera. Anche se Blade Runner ha rapidamente raccolto un seguito di culto che ha celebrato Ford, l’attore ha trascorso molti anni con un disgusto per il film a causa del taglio teatrale originale e le sue esperienze sul set.

Nel 1992, Harrison Ford disse che “Blade Runner non è uno dei suoi film preferiti”, in parte perché aveva frequenti dispute con l’acclamato regista di fantascienza Ridley Scott sul set. L’attore aveva anche problemi con l’effettiva produzione del film, in particolare con i doppiaggi di Deckard. Ford detestava dover fare i doppiaggi, in parte perché sentiva che il film funzionava perfettamente senza di essi. In un’intervista, Ford ha detto che ogni volta che ripensa a Blade Runner, non pensa alle 50 estenuanti notti di riprese sotto la pioggia, ma ai doppiaggi. Ha elaborato (via Vice) dicendo che era “obbligato a lavorare per questi pagliacci che venivano a scrivere una brutta voce fuori campo dopo l’altra”. Mentre Harrison Ford non è uno che romanticizza i suoi film e i suoi ruoli, l’attore ha avuto un ricordo e un’esperienza particolarmente negativi sul Blade Runner, ambientato nel 2019, per oltre 20 anni dopo la sua uscita. Ma, dopo aver riflettuto di più sull’impatto del film e sulla sua influenza su registi, scrittori e professionisti del cinema emergenti, Ford è finalmente giunto a un’immagine positiva del suo ruolo nel film.

Harrison Ford Ridley Scott Blade Runner

Uno dei migliori effetti collaterali del cambiamento di opinione di Harrison Ford su Blade Runner è che è tornato al materiale nel 2017 per Blade Runner 2049. Mentre promuoveva il sequel di Blade Runner di Denis Villeneuve, Ford ha detto a The Globe and Mail che credeva che Blade Runner 2049 si sarebbe collegato meglio con il pubblico immediatamente, piuttosto che un apprezzamento graduale come il film originale. Ford ha spiegato che Blade Runner era “in anticipo sui tempi”, e credeva che il fatto che l’originale non fosse stato accettato nel 1982 non fosse un problema considerando l’enorme seguito che ha ottenuto e il suo “impatto su generazioni di registi e narratori visivi”. Sembra che il ritorno nel mondo di Blade Runner 2049 dopo 35 anni abbia cambiato drasticamente la sua prospettiva sul film, poiché apprezza il suo ruolo nel capolavoro cinematografico in virtù di quanto profondamente abbia influenzato così tanti registi di oggi. Ford ha ora lodato l’effetto che Blade Runner ha avuto sulla cultura in generale, e ha anche menzionato che ha avuto un’enorme influenza sulla sua stessa vita.

Ford e Scott hanno anche finito per superare le loro discussioni su Blade Runner, dato che il regista alla fine ha condiviso i pensieri dell’attore sulla narrazione fuori campo e l’ha rimossa da Blade Runner: The Final Cut del 2007, una versione di cui Ford stesso è soddisfatto. I notevoli problemi di Ford con la prima versione del film di Blade Runner sono stati inseriti anche nello spettacolo degli Oscar del 2021, dove ha letto “note editoriali” che dicevano che il film diventa “peggiore ad ogni proiezione”. La battuta riguardava quanto sia importante e cruciale il lavoro del montatore, sottolineando anche come il suo apprezzamento del processo creativo e dell’impatto di Blade Runner sia cresciuto negli anni.

Imparentato

 Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te

Idee per l'arco di zucca - Imparare a fare un arco di zucca fai da te